Homocaust

by Lolocaust

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €7 EUR  or more

     

1.
01:08
2.
05:48
3.
03:57
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
04:53
14.
15.
16.

credits

released March 15, 2013

Si ringraziano in ordine di apparizione: Pernazza - Lucci Brokenspeakers - DJ Craim - Cristina - Osvaldo Paniccia - Gemitaiz - Er Costa - SilMizu - Clementino - Fritz Da Cat - Carlo Maria Rogito - Mops - Inoki Ness - La Famiglia Vianello - Raùl - Slesh - Nicco Brokenspeakers - Moncalieri - Gmellow - Deemo - DJ Gengis Khan - Canesecco - Metalon - I coatti de Metalon - Shaggy

tags

license

all rights reserved

about

Lolocaust Italy

contact / help

Contact Lolocaust

Streaming and
Download help

Track Name: Homocaust
MORTECATTIVA
Io, tutti i dischi che ho prodotto sono stati fiaschi,
ma ho messo su un bel gruzzoletto a fare pompe ai maschi.
Brevi minuti dal "mi chiamo Nicola" all'uscire fuori dal cesso con la sborra che cola,
con i denti imbiancati, venti euro intascati
(soldi in nero: non ho mai donato niente allo stato).
Con in bocca quel sapore vagamente salato ti ho dato
un po' di lingua e tu mi hai chiesto se ho mangiato tacos.
io ti ho guardata e ti ho sorriso poi ti ho detto "chiudi il becco,
prima che 'sto stupro si trasformi in omicidio".
Tu mi hai detto "attento, perchè chiamo i miei amici".
Ti ho risposto che li aspetto in bagno e tiro su due spicci.

GULAG
Lo facciamo per il lol
fanculo allíunderground
lolocaust
in birkenstock a Birkenau
non ci vediam mai facciamo i dischi su I-cloud (wow)
non hai niente più di noi, forse un cromosoma
down!
la maggioranza di voi ci fa i bocchini
fighette volete i lecchini indossando un bikini con i brillantini?
siamo homocaust
da sempre omoaffettivi
facciamo la duck face davanti ai vostri obbiettivi
mangiamo Corn Flakes col mais
al mike siam più gai della redazione di Vice
what?
mi vesto da frocio tessuto in Gore-Tex/
mi bastan due Becks/divento bisex
ceretto il mio petto campionario di moquette
e lo so che il mio nome fa cagare, ti pare?
ma fidati, sarebbe stato peggio mister lager
e con sto rap non ho sfondato non mi sono fatto il culo
non sono nessuno e adesso mi pagano per sfondarmi il culo

RIT
Lolocaust come i niggas in lolo
Fanno Homocaust piramidi rosa in slowmo

CHEF
Mi sono chiesto il gusto a fare il frocio nelle canzoni
Ho chiesto a morte “perché fai il frocio nelle canzoni?”
Mi ha guardato stupefatto e ha chiesto “nelle canzoni?
Sono frocio dalla testa fino dentro ai calzoni”
Giro insieme ai Lolocaust noi siamo cinque cazzoni
Quando andiamo in pizzeria mangiamo cinque calzoni
Quando siamo sazi andiamo a registrare canzoni
E beviamo tanta birra che sembriamo panzoni
Noi suoniamo per gli anziani e provochiamo reazioni
Più strani dei marziani e in più divisi in fazioni
Siamo in cinque e proveniamo da cinque nazioni
Se una guardia ce sente ci becchiamo sanzioni

PYO
mi hanno detto che mortecattiva
Una sera è uscito con gulag e sgherl
all'insegna dell'alcol ci si divertiva
Ma al decimo amaro ahime
Si precipita in bagno a vomitare
sgherl lo vede e tira fuori l'arsenale
Lo picchia in testa col cazzo, che male
Il cranio da tondo a ovale
L'indomani si sveglia nicola 
In bocca un sapore che non è di vulva
Vuole vendetta e infatti ritrova 
la sciarpa di sgherl e ci si masturba
Mesi dopo gliela rubo e seguo l'odore di morte ma mi indispettisce
Che lo ciucci ai maschi per soldi
prendo la sciarpa e sai come finisce

RIT
Lolocaust come i niggas in lolo
Fanno Homocaust piramidi rosa in slowmo
Track Name: Stupido
GULAG
io sono mister gulag il tossico della banda
se vuoi essere dei nostri fai su una canna
mi casca la palla destra
poi la sinistra quando ascolto le vostre gare di freesta
mi calo pastiglie a caso
che ho in casa xanax e malox
ho una passione / per sostanze psicotrope
come il giappone / per le donne coprofaghe
vado in disco già ubriaco toro scatenato
molla sti i dischi, ho vomitato sopra il tuo Serato
quando mischio rum con whisky sembro Klaus Kinski in Nosferatu
ballo nudo tutto fatto ed arrapato col cappotto
ho il cazzo barzotto
se mi manda un pippotto
mi fotto anche marta marzotto
suo figlio è un faggot
gli piace il fagotto
lolocaust siamo un olocausto di lol
gente priva di autocontrollo
e anche se abbiamo il cazzo a mollo
ci si rizza quando la tua ripa fa la bocca ad ovolollo

PYO
io sono padre p.yo, il sadico della banda
se vuoi essere dei nostri devi fare fuori un panda
staccargli la testa cavargli gli occhi dalle orbite
col forcipe e ammazzargli la progenie con la forbice
comunque aiuto pure anziane signore
a staccare la spina, la mascherina del respiratore
lo faccio con abnegazione
cosciente che se fossi all'altro capo mi restituirebbero il favore
t'accoltello nel letto senza preavvisi
con la faccia di giovanni ribisi
assalto fedeli che peregrinano ad assisi
tu reppi una merda c'hai la palatoschisi
easy, finisci nella  bufera
se ti becco ti lapido ti tiro matera
titillo il clito alla titina con un serramanico
Tira su le mani se anche te sei stupido

MORTE
Io son Mortecattiva, il bongustaio della banda:
se Dio ti ha fatta cessa ti ridò speranza.
Conquisto tutte, questa è statistica
in fondo Taiss è l'anagramma di Istat.
Ho dato il pene ad una tipa grezza
che c'aveva la vagina che puzzava di Venezia,
quel tipo di tipa a cui chiunque si nega,
agli antipodi del bello; non ho fatto una piega.
Dopo che il Morte ti cavalca ti torna la fiducia
ed affronti la vita a testa alta, troia.
Il pelo sullo stomaco non manca,
ho scopato anche la capra sotto la panca.
Non temo la sifilide nè la gonorrea,
seppellisco tutti come la maestra Andrea.
Mi scopo anche la vispa Teresa che s'avea tra l'erbetta:
so bene dove vuol che glielo metta.

CHEF
Io sono chef ragoo, il figlio di paniccia
e se vuoi essere dei nostri dei fare na miccia
Vado ad ariccia magno pane e sarciccia
oppure colla porchetta vino co na biretta
sopra questa basiccia spino no sigaretta
royale casino dio maiale suino
mò trasmetto in diretta, vuoi che smetta?
gino aspetta ma che c’hai fretta
lolocaust è na setta boia faust
clicchi play con il mouse rimuore amy winehouse
ci si droga in toga animal house
ci si affoga in piroga giù a manaus
poi ci si reca a brasilia
si spacca bottilia
si ammazza familia
a Miami con Tomas Milian
Ma con calma Karma Chameleon
A Parma me magno er prociutto
A reggio scureggio e faccio un rutto
A roma scoatteggio e faccio brutto
Ma nun è vero, me rimangio tutto.
Track Name: Ho il cazzo come
SGHERL
ho il cazzo con il glande grande tipo vasi greci
ho il cazzo indistruttibile 3310
ho il cazzo che ti vuole bene, basta che ingoi
è di carne ma diventa di pietra come un gargoyle

ho il cazzo lungo come il collo di un fenicottero
e la tua tipa vola quando faccio líelicottero
e la tua tipa curda è una kurva
sta in strada a quella curva
in auto è sempre curva (urca!)

basta che ti togli l’abito
e mi diventa più lungo della pianta del fagiolo magico
a letto sono un dio
parlo di un cazzo
ma quel cazzo è il mio

ho il cazzo con i peli a fiotti
che se non li rapo e tipo il cranio di gerry scotti
ti scotti se lo tocchi
sei un puttana fai la campana ti do due rintocchi

RIT

ho il cazzo che è uno scaldabagno in manutenzione
lo estraggo dal tuo ano ed esce l'acqua marrone
ho il cazzo che mi dà fierezza
appena striscia dalla patta fai le facce tipo antonio rezza
ho il cazzo che ci passi le ore liete,
ho il cazzo che ti spegne la sete
È una boccia d'acqua lete
ho il cazzo che d'estate miete
ho il cazzo che se sei bambina speri non sia prete

ho il cazzo largo come una trireme
ho il cazzo che oramai è diventato un meme
ho un coglione che il dottore mi ha scambiato per un rene
ti da energia come gatorade? no, come l'Enel

ho il cazzo sempre eretto
che non si ammoscia manco
con le tette della littizzetto
ti metto sto pisello sotto al mento
ti scopo e poi ti scordo come memento

RIT

lo so che ti gusta se ti frusta
se morde non ti molla, come una mangusta
quando è moscio sembra il braccio posteriore di una ruspa
e subito si attiva se becco quella giusta

ti scopo sul cancello
mentre ti do della povera
spunta un barbone che dalla strada mi rimprovera
sono il tuo piumone sarai la mia fodera
se te lo chiavo in testa l' ambulanza ti ricovera

lo succhi e poi mi lasci i brillantini, stai male
È diventato tipo albero di natale
quando è moscio non rende è piccolino
è grosso solo come un nano da giardino

se mi becchi che son brillo
il tuo cespuglio strilla... beppe grillo
il tuo tipo ha il cazzo tipo la capocchia di uno spillo
fai un peppone al mio don camillo
Track Name: Clint Morningwood feat. Allah Albarn
I'M FAPPING HO I FILI AL GLANDE
S'AMMOSCIA IN MY HAND
I'M USELESS BUT NOT FOR LONG
MY DURELL IS COMIN' ON YOUR FACE

P.YO
le opinioni sono come gli orgasmi contano solo i tuoi
m'hai fatto il cazzo a strisce, corduroy
c'ho il joystick, col bostik
chiama renato se sopra al tuo cuppecake vuoi il frosting
vorresti il bis ma ancora non se ne parla
non arrivo nemmeno a sessantanove, lucio dalla
con te è una lotta ed io eiaculo in battaglia,
per come te scopo merito un loculo al valhalla
vuoi fare rimming e chi sei? aldo busi?
se vuoi stenditi che ti sfingero, araab muzik
quale questione morale non sono lusi
è una questione fisiologica c'ho il cazzo come giusy
ferreri in standby, deluderti giammai
mi riprendo e ti farcisco come gli strudel di taiss
c'ho er cazzo che è dj nais lo guardi e me dici nice
dopo il petting me pattini sulla patta, holiday on ice

MORTE
Ti ho già detto che mi piaci molto.
Ti ho già detto consumiamo un coito.
E, dopo qualche colpo, eiaculo - spettacolo!
Si sgonfia il salamin e tu scompari (sim sala bim).
Ti ho sborrato sopra il busto e mò mi provochi disgusto,
se c'hai cose da fare questo è il momento giusto
perchè dopo che ho finito con la sorca
non v'è modo che mi sorga
nella testa altro pensiero se non World of Warcraft.
Non appena terminato con l'amore
la mia testa vola dentro Molten Core.
Comincia quella fase in cui vorrei che il cazzo fosse un laser e sborrasse
un raggio - appunto - laser che ti vaporizzasse.
Ah, se fosse l'Enterprise,
dopo l'amplesso chiederei il teletrasporto e zero tracce di Taiss
ma, nel concreto, la situazione non ha soluzione
e non a caso sono qui e ti faccio coccole a letto, orcodio.

SGHERL

periodo refrattario non c'è mai sul calendario
È sempre teso come il telescopio del planetario
sali su sta giostra sarò il tuo giostraio
ti scopo e poi come la figlia di Al Bano scompaio
amore lo so che vuoi che chiavi (pausa!)
ma sto obelisco non lo alzi manco con gli schiavi
È peggio di una salma di tiziano sclavi
almeno aspetta che prima me lo lavi
sei tu che mi cerchi che io ti cerchi è raro
il tuo tipo mangia merda, stercoraro
rimane sempre duro tipo torre di Pisa
mica cel’ho moscio come le tette di Arisa
ho il cazzo che è più lungo di una limo
ho il cazzo così grosso che devo pagarci l’IMU
ho il cazzo così lungo che se lei me lo spompina
col fuso orario me lo succhia un’ora prima
Track Name: La canzone che non fa ridere
CHEF
Questa è la canzone che non fa ride
Che parla dei drammi delle nostre vite
Noi stamo a soffrì, ve lo stamo anche a dì
Lo stamo a ribadì ma voi non lo capite
Questa è la canzone che non fa ride
Quando arriva l’estate voi ve divertite
Noi restiamo in casa con le facce abbrutite
Questa è la canzone che non fa ride

CHEF
La mia vita è una palla di fango
Voi vi divertite mentre a casa rimango
Sto a letto e piango, mangio gallette di riso
Le lacrime che mi solcano il viso
Mi sono fatto due conti
Vado a fette, nun c’ho soldi
Difetto d’internet e non c’ho le comodità che oggi hanno in molti
E la salute? Togliti.
C’ho più acciacchi che enrico ottavo mogli
Ti farei vedere la mia cartella clinica
Ma l’ho venduta per comprarmi una bibita
E questa è la mia vita, altro che interviste
Vesto come giannino e ascolto musica triste
Ros come sigur sigur come ros
Fumo le MS, uso ms dos.

GULAG

mi alzo la mattina ed è già "porco dio!"
colazione bio, guardo repliche di Clio make up
sky cinema Real time, Dmax
faccio zapping tra i programmi
ma due secondi al max.
sto pure ingrassando, non bevo il vitasnella
fumo e non mangio un cazzo, dieta Pannella
mentre voi vi pompate i singoloni dell'estate
io rimango a casa single, ogni estate
dove cazzo andate?
non mi lasciate qui da solo
porto in spiaggia la chitarra è suono un po'!
e già so che sarò lo sfigato
che v'intrattiene mentre limonate attorno al falò...
e mi sento giù come Magic Johnson
quando ha avuto il responso del test dell'Hiv.
non sarò mai di moda anche se fossi in voga
farei comunque schifo tipo un paio di Hogan

MORTECATTIVA
Alle cinque il venerdi rincaso nella mia casina e piglio Rinazina
che mi sturo il naso.
Ma non funge, ho la narice assuefatta,
quindi smoccolo per casa in cerca di una ciabatta.
Non sono come voi fanciulli che andate a fare festa,
a me fa male il gulliver.
Adesso mi ritiro a letto che mi ha preso un capogiro.
Mi state tutti quanti sulle palle, stronzi:
io d'estate resto a casa, cazzo vuoi che mi abbronzi.
E combatto le zanzare con Off! che non punge, non unge,
ma poffarbacco manco funge.
E resto a casa sulla rete, destesto farlo
ma mi guardo le foto che mettete.
Quante facce da pirla agli eventi a cui vai,
pare il video di 74-75.

PYO
Questa è la canzone che non fa ride
parla delle nostre vite, delle vite di merda
io ad esempio sono anni che mi esprimo di merda
e le canzoni che faccio vertono solo su
e la scrivo di getto senza fare niente
perché se poi mi ci impegno sembro un de-mente
banalotto, scontato, come la mia istruzione
sono un fake, faccio il figo e so n'ignorantone
un burino, ho vissuto in provincia,
ogni mezza svolta era una finta garrincha
perché non c'ho mai creduto, e mi madre me lincia
se scopre che a st'età scrivo, altro che buncia
buncia qua de dolore ce n'è, come ce n'è de gente
che considera automatico smollare il colpo al primo ostacolo
guarda me, che manco me va de finì la s-
Track Name: Ossai feat. SilMizu
GULAG
Sorelle gemelle, io le pretendo
ho il membro che sembra la spada del kendo
voglio fare una cosa a tre come Fonzie a tutti costi
c'ho i fondi, dimmi solo: quanto costi?
e basta con sti discorsi, coi vostri culi a bon bon
mi sento accorsi nello spot del maxibon
tu gust is megl' che uan,
ste gemelle me le faccio dadaumpa come le Kessler
voglio vedervi lesbicare, incestare
mica male, manderò un cesto regalo a vostro padre!
e se poi si girano
mi diventa come il naso di Cyrano

OSSAI, OSSAI, OSSAI
CA' TUO FRATELLO NON LO FUTTERAI
NU STAMM MICA NELL'ANTICA GRECIA
TE FUTTI A MAMMETA M' SEMBRA GEGIA
OSSAI
E TUA SORELLA È IN DOLCE ATTESA CHE ASPETTA
RISULTAT' ROO COMPLESS' DI ELETTRA
TUO PADRE TANTO MALE LE FARÀ
FARÀ VALERE LA SUA PATRIA POTESTÀ
GUARDERÀ STA CRIATURA CU TRE BRACCIA
'O SPUTERÀ IN FACCIA E DIRÀ QUANTO FAI SCHIFO APPAPÀ

PYO
vorrei essere skywalker, e tu la mia leia
verrei tutte le mattine a letto a darti la sveglia
ma non nego che se fossi il giovane marty mcfly
me la farei una sveltina con la sua mamy back in fiftyfive
non sono deviato, è la società che s'ammala, bimba
e se conoscessi i leoni appoggeresti la mia arringa
mufasa era padre sia di simba che di nala
quei due faranno una figlia che poi la dà al cugino di simba, voilà
Leggo storie tipo fritzl, kiss goodnight
sono comunque storie d'amore migliori di twilight,
tutto va bene, it's alright, cerca sempre il bright side
Finché tuo padre ti chiude in cantina e poi ti s'incula, ossai.

RIT

MORTE
Con questa coppola di manzo lunga un chilo io mi pongo di profilo proprio in fronte dell'ingresso di quell'asilo
e attendo l'ora dell'uscita dei bambini - quanta vita!
Quante mamme dalla vulva ormai sdrucita.
E quando punto l'occhi su quei bocconi ghiotti,
un capannello di signore con i giovanotti,
con garbo m'avvicino e mi propongo come fratellino:
vuoi tu essere mia mamma? Perchè non mi adotti?
Se tu volessi, essere mia mamma
potrei darti quella cosa di cui zzoca è solo l'anagramma.
E se potessi essere il tuo erede lo darei nel tuo sedere
se potessi, tu, soprassedere
a quel credere Cristiano secondo cui è disumano amare i figli
nei loro cui.
Potrei donare il mio calippo alla mia mamma
e non temere la condanna del complesso d'Edipo.
Viva l'amore! L'amore madre-figlio
quando è libero e non ha bisogno di alcun nascondiglio.
Se chiava i bimbi il Santo Padre perchè un padre non è santo
non ha forse lui diritto di chiavare?
Col mio pisello tutto sporco di formaggio potrei far passare a mamma il più fantastico degli otto maggio.
Track Name: Niggas & Pasta feat. Mops
MORTE
e le cicale ci cale ci cale
ma in america nigga non lo puoi dire mica
ma qui da noi in ita ancora si addita
al passaggio del niguagua o del saudita
e tu vorresti che venisse esaudita
la tua richiesta di far parte di una società cosmopolita
bè mi spiace lascia che ti dica
l'integrazione qui si fonda sopra il maccherone
a milano vige l'odio nei confronti del terrone
perchè ancora lui si ostina a non cambiare l'alimentazione
ma il primo maruga che si mangerà cassola
lo eleggeranno principe di bonola
milano violenta a trento polenta
mangia la pasta nigga
la gente contenta accoglierà tra le sue braccia
il tunisino all'angolo che spaccia
e la negra violentata dal magnaccia

PYO
1, 2 mic checko, pasta de cecco
la differenza tra me e te dove cazzo sta, nello spaghetto
tu vieni dal ghetto, io dalla spa
smucino il grana sopra a un etto de paccheri ed eccome qua
fanculo il kebaaab, il cibo punjaaab
ajo ojo e peperoncino cucino appena rientro dal club
canto a milli mentre butto i fusilli fusilli fusilli
fusilli fusilli fusilli NIGGAS (samplato)
te la fai in gommone dal ghana pe un piatto d'amatriciana
vieni dal kenya, dalla nigeria, butto la carbonara
nella tua dieta annoveri, polli fritti e cocomeri
te sbianco a colpi de troccoli, cozze e pizzoccheri
cazzi big cocks e ci fottete le donzelle
noi stufi rinchiusi in casa tartufi funghi più tagliatelle
la nonna pina vi spompina e noi piangiamo
con il fazzoletto al collo e i maccaroni di gragnano

SGHERL
Tu mangi chili di anguria io mangio chili di ‘nduja
Tu dici buyakka buyakka, io mancu li ca’
Né crudo né cotto, ma è sempre gran biscotto
Mangi curry col cous cous e mi impesti l’autobus
La mulatta è soddisfatta senza pollo fritto
Ho lo spaghetto lungo come un boa constrictor
Non sono un capellone, non faccio il fricchettone
Ho solo un cappellone mangiati sto rigatone
Mi fa schifo il reggaeton e anche il saccoccio buitoni
A te piacciono i cocomeri a me piacciono i meloni
Il mio frutto esotico è pieno di semini
Ti intorto due secondi e poi ti riempio: tortellini
Non fumare crack pacco, guardiamoci Cracco
se ceniamo da Chef, Masterchef ci fa un baffo
Monta come il chiaro d’uovo basta che lo sbatti
Ti scopo a pecorina mentre mi lavi i piatti
Questa è roba buona mica roba da mense
Ho il cazzo largo come un flacone del Nelsen
Ho il dispenser capiente come Bud Spencer
Non andar con l’Alfa come Diana Spencer
Track Name: Parolisi Boogie
MORTE
Tutto il giorno giu in ufficio con Excel dietro a quel grafico.
Mò torno a casa e resto fermo qui nel traffico.
Traffico coi comandi della radio poi posteggio la vettura sul mio passo carraio.
Il sorriso di mia moglie che mi dà il benvenuto, mi dà
il mio te fresco in mano. Presto sarò papà!
Per festeggiare questa bella giornata
dò uno schiaffo alla mia donna che la lascio sdraiata.
Maltrattare le signore non sta bene, lo so, però
ci sono sette donne per ogni uomo perciò
un pò di svago si concede a tutte le persone
che non è con una in meno che ne causo l'estinzione.
Come negare a un uomo che rincasa
la gioia di testare su sua moglie qualche mossa di Krav Maga?
Lo stress ha bisogno di una valvola di sfogo:
che donna sei se neghi questa gioia al tuo uomo?

GULAG
ho sei donne oltre a te quindi zitta troia (campionato da maurizia paradiso vs ruby)
chiudi la bocca ti prego zitta troia (campionato da maurizia paradiso vs ruby)
vorrei tagliarti le dita con la cesoia
chiuderti in soffitta farti respirare da una feritoia
oh yeah! al mare non mi porti mai la stuoia
la sabbia in culo mi da troppa noia
ognuno c'ha i suoi gusti, ma a guardarti mi disgusti
come la Santanchè che sbocchina Sallusti
sei grossa come un Hammer
se ti sfilo le mutande mi sento Kurt Russel
col lanciafiamme
perchè è così trascurata e pelosa
che potresti farci il remake de "La cosa"
ma quale matrimonio, la casa, i bambini
per me impegnarsi è se fai l'ingoio nei bocchini
quando poi ti porto in giro in centro a fare shopping
spendi tutto e il conto mi si blocca come steven hawking

PYO
hey questa è la maxi storia di come la mia vita è cambiata
capovolta sottosopra sia finita
seduto su due piedi qui con te
ti parlerò di OJ l'uxoricida di LA
Giocando a football con i niners sono cresciuto
me la sono spassata, wow che fissa ogni minuto
le mie toste giornate filavano super
tra un placcaggio homo e un film demenziale di David Zucker
Poi la mia lama nascosta nella cintura
andò proprio sotto le teste di goldman e la mia sciura
la giuria mi scagionò, ma quella zoccola di mè
di mia suocera preoccupata disse "vattene da LA"
L'ho pregata scongiurata manda la zia laggiù in nevada
lei mi ha fatto le valige e ha detto "Va' per la tua strada"
dopo aver preso 30 anni e un biglietto per partire
Leslie Nielsen m'ha guardato e ha detto "A zi so cazzi tua"
Track Name: America
CHEF
Mi avevan detto che la roba tua spacca un totale,
Sì, spacca un totale, ma la sacca scrotale

Io che sò stato anche in america a suonare,

Mo’ ti spiego un po’ di differenze e ciò che devi fare

Iniziamo con la H come Houston,
un posto dove te siustano
Te bevono come un fusto de bira

Te pijano la mira e tirano

Tipo Gandhi Indira, quindi tu ritirate

Philadelphia che c’ha il nome di un formaggio che si spalma

Quindi entri con coraggio e molta calma

Ma ci entri vivo ed esci salma

Come la Hayek, quindi daje, smamma

Pensi alla mamma quando arrivi a Boston

Che è un posto tosto e ti guardano storto se non ti conoscono

E’ il Massachussets, ci stanno puppe a pera e pere a puppe

E pure buonasera e sturmtruppen

Che ho detto? Boh, improvvisavo

Ma parliamo dell’America e dei posti che amo

Mo’, saluto i miei fratelli a Richmond, VA

Che li vorrei chiamà però je casca la linea

Questa è l’America: visitala, merita

Lo diceva pure Irene La Medica

Ci so’ veicoli che volano co un’elica

Kubrick con la steadycam
Jessica, Erykah

Ogni battaglia in America è epica

Ogni tanto quando è inverno ci nevica

E l’oggettistica tipica dei turisti ma

Se vai in America sai che corri dei rischi

MORTE
Vagavo per i campi del Tennessee,
guardavo le distese di quest'erba verde stendersi
ma, al contrario di Battiato, avevo in mente
un'idea piuttosto esatta di come c'ero arrivato.
Ero partito di buon'ora con in tasca pochi soldi,
ero partito alla volta di Milwaukee.
Non potendomi permettere un velivolo
ho fatto l'autostop su di un camion di traslochi.
Stupito nel vedere i camionisti tutti astemi
troppo tardi ormai mi accorso di trovarmi su un calesse Amish
che volevano portarmi giu in Ohio
per coinvolgermi in un gruppo costruttore di un granaio.
Eran quasi convincenti, ma or sa
pendo della loro devozione son saltato in corsa
giu dal calesse, non gli ho dato neanche il tempo di riprendersi
e son corso fino in Tennessee.

Questa è l’America: visitala, merita

Lo diceva pure Irene La Medica

Ci so’ veicoli che volano co un’elica

Kubrick con la steadycam
Jessica, Erykah

Ogni battaglia in America è epica

Ogni tanto quando è inverno ci nevica

E l’oggettistica tipica dei turisti ma

Se vai in America sai che corri dei rischi


PYO
sono arrivato a los angeles ed è stato come immaginavo
nessun gangsta che sparava, io nemmeno sanguinavo
passeggiavo per le strade di venice
con la mia biatch from paris guardavo niggas in baggies
hittare switches on caddies a beverly hills
una città dove anche gli hobo sui denti mettono i grills
cercavo le location di californication
per strada jam session mica motel connection
la sera poi non te ne parlo, festini a base d'alcol md
un posto così come non amarlo
le ragazze con le big jugs danno free hugs
keg stands tutta notte e poi chug chug
chug, sono stato pure in altri posti,
miami, phoenix, las vegas, ny, philly e austin
ma niente che mi conquisti come la west coast
infatti torno appena posso causa costi
Track Name: Free Pussy Riot feat. SilMizu
SGHERL
j'aime le chat
i like pussycat
in italia me le scopo tutte anche senza rap
ti scopo per ore, mi ammazzi di pompini
ti lascio cadavere Rita Levi Montalcini
avevo una micina che abitava qui vicina
le davo il mio lattuccio dalla sera alla mattina
ho il cazzo liscio tipo quello degli ebrei
il suo tipo c’ha le grinze tipo cane shar pei
bella gattona mettiti a gattoni
che poi sperimentiamo altre posizioni
niente da dire sei una gran puttana
giochi con le palle come coi gomitoli di lana

RIT
La mia gatta ha fatto i gattini
Quando sò piccoli sò molto carini
Poi il gatto cresce, esce, non torna
Ti mette le corna con i vicini
Ho una scatola con venti gattini
Come vuoi che te li cucini?
Chiedo consiglio a Bigazzi
O li piglio e sti cazzi,
Li pano e famo i sommicini.

MORTE
Scusa amore ma, stasera, riabbottono la patta:
il mio corpo infreddolito me lo riscalda la gatta.
Dai, non fare così, ti amo - io non ho mica un cuore di latta!
Vuoi che ti dica che t'amo? T'amo! Ma adesso vado a darle la pappa,
poi restiamo sul divano e ci facciamo i grattini.
Se non fosse di specie diversa avremmo fatto i gattini,
avremmo fatto l'amore, ma io non sono un gatto
ed ho le palle che stravedono per te, amore.
Amo la gatta ma, per la tua chiappa, io stravedo per davvero.
Ti riformo i glutei con il cazzo, chiamami Martin Glutero.
E' che stasera il mondo è triste e quindi devo
consolarmi assieme al mio batuffolino di pelo –
si che lo so che ce l'hai anche te ma non mi tocca:
io vado dalla micia e le do da mangiare la crocca.
Kiss me micia, si, c'hai il mio cuore tra gli artigli
ma il mio cock aimè no, tu non lo pigli.

RIT
La mia gatta ha fatto i gattini
Quando sò piccoli sò molto carini
Poi il gatto cresce, esce, non torna
Ti mette le corna con i vicini
Ho una scatola con venti gattini
Come vuoi che te li cucini?
Chiedo consiglio a Bigazzi
O li piglio e sti cazzi,
Li pano e famo i sommicini.

PYO
mi piace il mio gatto, quindi sono un gattuso
nel senso che una volta ho rischiato de perde l'occhio
m'ero avvicinato troppo, e sto fetuso
m'ha infilato l'artiglio direttamente nel dotto
lacrimale, a parte questo lo amo troppo
"non fa male" quando mi graffia è il motto
il pernotto del mio miciotto è sulla mia area addominale
mi sveglio come sotto epidurale
pesa 10 chili perché è castrato
se lo chiami e lui non viene è perché s'è incastrato
in mezzo ai fili del computer mi impela tutte le tute
ma lo adoro come un gigolo adora donne canute
s'inventa trovate astute per distrarti
guardi le puntate di the wire, sta davanti,
guardi le amputate su youporn e sta davanti
poi fa le fusa e t'accusa di non cagarlo con mille pianti
Track Name: Il Futuro è Metalon feat. Metalon
GULAG
tra trent'anni sarò come Michael j Fox
nel futuro affetto dal Parkinson
avrò la coppola da vecchio siculo berrò zibibbo
con la cappella rossa tipo testa del gabibbo
ma quale new era,
eroe del liscio in balera
guardando Bonolis mettendomi il Polident
sulla dentiera
pensandoci bene forse Bonolis sarà morto
un motivo in più
per andare al bingo ogni sera
saran periodi di magra
farò a gara
per farmi le peggio culone da sagra
le rimorchierò alle raccolte per il Darfur
avrò il cazzo più dur di Youssou n'dour
butterò giù pastiglioni di viagra
piscerò in un pappagallo curerò la pellagra
farò il pappone di gran signore
avrò una tipa tronista vista a uomini e donne over

PYO
Tra dieci anni come avevo predetto sarò stagnaro
sarò il king dell'underground e dell'allaccio fognario
ispezionerò il tuo pozzetto con su la faccia di pozzetto
mosca atomica finita nella merda chiamami pozzecco
acque bianche e nere, zero barche a vele
solo baguette di feci fluire a gruppi di dieci
miliardi di parameci nessuno ascolterà più le mie preci
l'acqua alla gola come i cazzo di greci
i miei me lo dicevano fin dall'inizio
fai musica popolare tipo gigi finizio
o finisci a lavare scale in un eterno supplizio
ho trovato una via di mezzo pure se fa ribrezzo
un tizio, m'ha detto segui i tuoi sogni, non essere mite
pure se nuoti fra i escrementi e contrai l'enterite
è scoppiata la lite ho spaccato sulla sua testa una boccia d'acquavite
e mo sto in galera, che dite?

MORTECATTIVA
Tra vent'anni sarò ancora in questa stanza, coi capelli bianchi.
E i miei amici, nel frattempo, tutti andati avanti.
Rugherò il cazzo per la coda alla posta,
romperò le palle alle cassiere - minchia quanto costa!
Scriverò le frasi fatte sui politici sui social network,
con un po' di nostalgia mi ascolterò la techno.
Chatterò con minorenni in barba a tutti i divieti,
approcciando le medesime sui siti di dating –
cara amica ti scrivo coi genitali poggiati sul keyboard.
Sono vivace e poche cose mi riempiono di gioia
quanto infilare il dito in culo ad una troia.
Sono il tipo che se mandi un essemmesse mentre caga,
con lo stronzo attaccato ancora al culo che zig zaga,
corre a scriverti con sollecitudine…
ma a chi lo dico, tra vent'anni sarà solo solitudine.