La canzone che non fa ridere

from by Lolocaust

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €1 EUR  or more

     

about

Ordine di apparizione: Chef Ragoo - Mr. Gulag - Mortecattiva - Padre P.Yo

lyrics

CHEF
Questa è la canzone che non fa ride
Che parla dei drammi delle nostre vite
Noi stamo a soffrì, ve lo stamo anche a dì
Lo stamo a ribadì ma voi non lo capite
Questa è la canzone che non fa ride
Quando arriva l’estate voi ve divertite
Noi restiamo in casa con le facce abbrutite
Questa è la canzone che non fa ride

CHEF
La mia vita è una palla di fango
Voi vi divertite mentre a casa rimango
Sto a letto e piango, mangio gallette di riso
Le lacrime che mi solcano il viso
Mi sono fatto due conti
Vado a fette, nun c’ho soldi
Difetto d’internet e non c’ho le comodità che oggi hanno in molti
E la salute? Togliti.
C’ho più acciacchi che enrico ottavo mogli
Ti farei vedere la mia cartella clinica
Ma l’ho venduta per comprarmi una bibita
E questa è la mia vita, altro che interviste
Vesto come giannino e ascolto musica triste
Ros come sigur sigur come ros
Fumo le MS, uso ms dos.

GULAG

mi alzo la mattina ed è già "porco dio!"
colazione bio, guardo repliche di Clio make up
sky cinema Real time, Dmax
faccio zapping tra i programmi
ma due secondi al max.
sto pure ingrassando, non bevo il vitasnella
fumo e non mangio un cazzo, dieta Pannella
mentre voi vi pompate i singoloni dell'estate
io rimango a casa single, ogni estate
dove cazzo andate?
non mi lasciate qui da solo
porto in spiaggia la chitarra è suono un po'!
e già so che sarò lo sfigato
che v'intrattiene mentre limonate attorno al falò...
e mi sento giù come Magic Johnson
quando ha avuto il responso del test dell'Hiv.
non sarò mai di moda anche se fossi in voga
farei comunque schifo tipo un paio di Hogan

MORTECATTIVA
Alle cinque il venerdi rincaso nella mia casina e piglio Rinazina
che mi sturo il naso.
Ma non funge, ho la narice assuefatta,
quindi smoccolo per casa in cerca di una ciabatta.
Non sono come voi fanciulli che andate a fare festa,
a me fa male il gulliver.
Adesso mi ritiro a letto che mi ha preso un capogiro.
Mi state tutti quanti sulle palle, stronzi:
io d'estate resto a casa, cazzo vuoi che mi abbronzi.
E combatto le zanzare con Off! che non punge, non unge,
ma poffarbacco manco funge.
E resto a casa sulla rete, destesto farlo
ma mi guardo le foto che mettete.
Quante facce da pirla agli eventi a cui vai,
pare il video di 74-75.

PYO
Questa è la canzone che non fa ride
parla delle nostre vite, delle vite di merda
io ad esempio sono anni che mi esprimo di merda
e le canzoni che faccio vertono solo su
e la scrivo di getto senza fare niente
perché se poi mi ci impegno sembro un de-mente
banalotto, scontato, come la mia istruzione
sono un fake, faccio il figo e so n'ignorantone
un burino, ho vissuto in provincia,
ogni mezza svolta era una finta garrincha
perché non c'ho mai creduto, e mi madre me lincia
se scopre che a st'età scrivo, altro che buncia
buncia qua de dolore ce n'è, come ce n'è de gente
che considera automatico smollare il colpo al primo ostacolo
guarda me, che manco me va de finì la s-

credits

from Homocaust, released March 15, 2013

tags

license

all rights reserved

about

Lolocaust Italy

contact / help

Contact Lolocaust

Streaming and
Download help